23 lug

Sull’improbabile accorpamento consiliare dell’amministrazione Coletta

Dopo le perplessità sull’anomala composizione del super assessorato di Buttarelli anche le nuove composizioni delle commissioni consiliari dell’amministrazione Coletta meritano alcune considerazioni, sia di carattere specifico e generale.

Nello specifico, sono state accorpate tre delle commissioni operative nella precedente amministrazione e più precisamente: urbanistica, lavori pubblici e pianificazione strategica. Questo non può che destare una certa perplessità relativamente a tale scelta. “Buone persone”, comunque inesperte,  dovranno trattare unitariamente argomenti molto complicati già di per sé, ulteriormente aggravati dalle specifiche e note problematiche locali, per la disquisizione delle quali le precedenti commissioni si riunivano complessivamente 4 volte a settimana.

Ma c’è un’altra considerazione di carattere da fare, di carattere generale, assai più importante della precedente.

In precedenza l’amministrazione Coletta aveva previsto di accorpare in un tutt’uno ancora un’altra commissione, e anche questa non di poco conto, viabilità e trasporti.

Probabilmente non sarebbero bastati tutti i giorni feriali della settimana per affrontare con un minimo di serietà tutti temi riuniti. Materie diverse, non accorpabili non solo per il peso specifico di ognuna ma nemmeno per similitudine, per chi ha un minimo di conoscenza tecnica e amministrativa.

Orbene, solo grazie all’intervento della opposizione questa aggiuntiva aggregazione non ha avuto luogo.

Ma davvero bisognava aspettare l’opposizione che evidenziasse tale ovvietà? Tra tante persone, davvero non c’era possibilità di rendersene conto? Chi è la mente, o le menti, di tali “stravaganti” decisioni che rischiano di gravare sull’attività dell’intera macchina amministrativa? E’ possibile pensare che nessuno, ma proprio nessuno, sebbene l’inesperienza dei tanti componenti della nuova amministrazione, si sia accorto di questo?

Premesso che sarebbe ancora auspicabile in tema di assemblaggio delle commissioni l’ulteriore suddivisione dell’urbanistica (comprensiva di edilizia e pianificazione strategica) dai lavori pubblici, si ha la netta sensazione di una scarsissima percezione della composizione della macchina amministrativa e dei suoi ingranaggi.

Tutto mi sarei aspettato tranne di trovarmi d’accordo con questa opposizione già nel secondo consiglio comunale dell’amministrazione Coletta.

Link all’artcolo: Il Giornale di Latina del 23-7-16

Leave a Reply